Emergenze internistiche

Share

Emergenze internistiche

Convulsioni febbrili

La convulsione febbrile è una forma di convulsione muscolare che viene innescata, a livello cerebrale, da un rapido aumento della temperatura corporea. Più frequentemente colpiti sono i neonati e i bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 5 anni.

Sintomi
  • Febbre alta
  • Improvvisa perdita di coscienza
  • Sguardo sbarrato
  • Irrigidimento di tutto il corpo seguito da spasmi continui
  • Il 90% delle convulsioni febbrili si placa in pochi minuti. In seguito, i bambini sono di solito sonnolenti e storditi

Cosa fare
  • Mantenere la calma
  • Proteggere da possibili lesioni (non trattenere)
  • Non inserire oggetti in bocca
  • Annotare la durata delle convulsioni
  • Controllare lo stato di coscienza e la respirazione (la colorazione cianotica della cute non è rara)
  • Posizione laterale di sicurezza, se incosciente con respiro adeguato
  • Chiamata di soccorso / informare il pediatra
  • Assistere e rassicurare il bambino appena si riprende

Laringite

La laringite è un'infiammazione delle vie respiratorie superiori con leggera febbre. Di solito ne sono colpiti i bambini fino a 6 anni.

Sintomi
  • Rapida comparsa di attacchi di tosse notturna
  • Tosse secca, abbaiante
 
Cosa fare
  • Mantenere la calma
  • Sollevare il busto del bambino per facilitare la respirazione
  • Rinfrescare e umidificare l’ambiente o uscire all’aperto (coprire bene il bambino, far respirare aria fresca e umida)
  • Se non ci sono miglioramenti, effettuare la chiamata di soccorso

Meningite

Si tratta di un'infiammazione delle meningi causata da differenti agenti patogeni. La trasmissione avviene per via aerea.

Sintomi
  • Febbre alta
  • Mal di testa
  • Rigidità del collo
  • Fotosensibilità
  • Cattive condizioni generali
  • Alterazione dello stato di coscienza
  • Possibile eruzione cutanea con punti e macchie di colore rosso chiaro fino a rosso scuro (petecchie)
 
Cosa fare
  • Le manovre di soccorso iniziali sono appropriate alle condizioni del bambino
  • Il trattamento precoce da parte del medico con antibiotici è fondamentale

Reazione allergica

Una reazione allergica può essere scatenata dall’ipersensibilità del nostro corpo verso determinate sostanze come, ad esempio, farmaci, cibo, polline, polvere oppure punture d'ape, ecc. Si può manifestare con diversi gradi di gravità.

Sintomi
  • Arrossamento cutaneo
  • Prurito
  • Gonfiore, eritema
  • Vomito, nausea, diarrea
  • Aumento della difficoltà respiratoria con fischio in fase espiratoria
  • Alterazioni dello stato di coscienza, della respirazione e della circolazione
  • Più rapida sarà la progressione dei sintoni, tanto più grave sarà il decorso della reazione
Cosa fare
  • Tranquillizzare
  • In caso di difficoltà respiratoria, far sedere il bambino e, se necessario, impacchi freddi sul collo
  • Chiamata di soccorso
  • Controllo costante delle funzioni vitali
  • Spesso i soggetti allergici portano appresso un kit salvavita.
Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte.
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy per esteso e seguendo le istruzioni, sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.