Emergenze internistiche

Share

Emergenze internistiche

Infarto cardiaco

L’ infarto insorge in seguito all’occlusione di un'arteria coronaria, con conseguente riduzione dell’apporto di ossigeno al muscolo cardiaco.

Sintomi
  • Dolore, senso di costrizione al torace
  • Dolore che può irradiarsi al braccio sinistro, alla mascella inferiore, alla schiena o alla parte superiore dell'addome
  • Possibile difficoltà respiratoria
  • Cute pallida
  • Sudorazione fredda
  • Sensazione di debolezza
  • Paura di morire

Cosa fare
  • Posizionare la persona con il busto sollevato
  • Effettuare la chiamata di soccorso
  • Aprire gli indumenti più stretti
  • Tranquillizzare, evitate qualsiasi sforzo
  • In caso di arresto cardio-circolatorio, iniziare immediatamente la RCP

Crisi convulsive

La crisi convulsiva si manifesta con contrazioni muscolari e spasmi che non possono essere controllati. Le convulsioni sono di solito causate dall'epilessia.

Sintomi
  • Contrazioni e spasmi alle braccia e alle gambe
  • Caduta improvvisa
  • Schiuma, bava dalla bocca
  • Possibile sanguinamento dalla bocca a causa di morsi sulla lingua
  • Rilascio involontario di urine
  • Possibile perdita di coscienza o stato di profonda sonnolenza dopo la crisi

Cosa fare
  • Proteggere da traumi con cuscini, coperte, ecc.
  • Lasciare la persona a terra senza trattenerla e non inserire alcun oggetto tra i denti
  • Effettuare la chiamata di soccorso
  • Quando le convulsioni cessano, mettere la persona in posizione laterale di sicurezza
  • Quando la persona riprende conoscenza, tranquillizzare e assistere in base alle necessità

Ictus

L’ictus è una patologia del cervello che si manifesta all'improvviso. L’ictus è causato dall’interruzione del flusso sanguigno, in seguito a occlusione vascolare, o da un’emorragia cerebrale provocata dalla rottura di un vaso sanguigno.

Ciò comporta un ridotto apporto di ossigeno al cervello che, a sua volta, può portare ad un'interruzione prolungata di varie funzioni del sistema nervoso.

Sintomi
  • Paralisi di una metà del corpo (emiplegia)
  • Angolo della bocca pendente
  • Disturbi della parola, dell’udito e visivi
  • Nausea, vomito
  • Vertigine
  • Più raramente forti dolori alla testa
  • Alterazione dello stato di coscienza
Cosa fare
  • Posizionare la persona colpita in posizione confortevole con il busto leggermente sollevato
  • Effettuare la chiamata di soccorso
  • Proteggere le parti del corpo paralizzate
  • Assistere, tranquillizzare
  • In caso di perdita di coscienza, con respiro adeguato, posizione laterale di sicurezza (non sul lato paralizzato)
  • Annotare l'ora in cui si sono presentati i primi sintomi

Attacco d'asma

Durante un attacco d'asma si viene a soffrire di una grave difficoltà respiratoria. La muscolatura bronchiale si contrae, le mucose che rivestono le vie respiratorie si gonfiano e aumenta la secrezione di muco.

Sintomi
  • Difficoltà respiratoria
  • Sibilo in fase di espirazione
  • La persona colpita assume una posizione che facilita l’attività respiratoria

Cosa fare
  • Tranquillizzare e distanziare da fonti di stress o da potenziali sostanze allergiche
  • Aprire gli indumenti più stretti
  • Agevolare la respirazione facendo assumere una posizione adeguata (posizione seduta, mani appoggiate su un piano stabile come un tavolo o simili)
  • Frenare l’aria espirata con le labbra (espirare lentamente)
  • Chiamata di soccorso

Reazione allergica

Una reazione allergica può essere scatenata dall’ipersensibilità del nostro corpo verso determinate sostanze come, ad esempio, farmaci, cibo, polline, polvere oppure punture d'ape, ecc. Si può manifestare con diversi gradi di gravità.

Sintomi
  • Arrossamento cutaneo
  • Prurito
  • Gonfiore, eritema
  • Vomito, nausea, diarrea
  • Aumento della difficoltà respiratoria con fischio in fase espiratoria
  • Alterazioni dello stato di coscienza, della respirazione e della circolazione
  • Più rapida sarà la progressione dei sintoni, tanto più grave sarà il decorso della reazione

Cosa fare
  • Tranquillizzare
  • In caso di difficoltà respiratoria, far sedere la persona e, se necessario, impacchi freddi sul collo
  • Chiamata di soccorso
  • Controllo costante delle funzioni vitali
  •  Spesso i soggetti allergici portano appresso un kit salvavita.
Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte.
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy per esteso e seguendo le istruzioni, sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.